Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d'ufficio dei dati

Data creazione: 17-05-2013     Data ultima modifica: 17-03-2016

Dichiarazioni sostitutive e acquisizione d'ufficio dei dati

In base a quanto previsto dall’art. 15 della Legge n. 183/2011, è vietato alle Pubbliche Amministrazioni rilasciare certificati indirizzati ad altre Pubbliche Amministrazioni o a gestori di pubblico servizio; i certificati e gli atti di notorietà sono sostituiti dalle rispettive dichiarazioni sostitutive.

Le certificazioni rilasciate dalle P.A. in ordine a stati, qualità personali e fatti restano valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati e debbono recare in calce, a pena di nullità, la dicitura che esclude espressamente la validità del certificato stesso nei confronti delle altre P.A., come indicato dalla normativa: “il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di Pubblici servizi”.

Le P.A. e i Gestori di pubblici servizi tenuti ad acquisire d’ufficio le informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 della Legge, possono trasmettere richiesta all'Asl CN1 tramite PEC, al seguente indirizzo: protocollo@aslcn1.legalmailPA.it.

Per ulteriori richieste di informazioni è possibile contattare l'Ufficio Relazioni con il Pubblico al numero telefonico 0171/450221, e-mail: urp@aslcn1.it

Inoltre, allo stato attuale non risultano vigenti convenzioni-quadro, volte a disciplinare le modalità di accesso ai dati da parte delle amministrazioni procedenti all'acquisizione d'ufficio dei dati e allo svolgimento dei controlli sulle dichiarazioni sostitutive di cui all'art. 58 del codice di amministrazione digitale.