Controlli e rilievi sull'amministrazione

Data creazione: 16-05-2013     Data ultima modifica: 09-05-2016

Il Collegio Sindacale è l’organo dell’Aziende Sanitaria Locale, cui spetta il controllo dell’osservanza delle Leggi e della corretta gestione economica e finanziaria dell’Azienda da parte del Direttore Generale.  

Nomina e funzionamento del Collegio Sindacale

La nomina del Collegio Sindacale ed il suo funzionamento sono regolati dal D.Lgs. n. 502/1992 e dalla Legge Regionale 10/1995, innovata dalla Legge Regionale 15/2014.

Il Collegio è nominato dal Direttore Generale ed è composto da tre membri, in possesso dei requisiti di cui all’Articolo 3-ter del D.Lgs. n. 502/1992, designati rispettivamente: 

  • a) uno dal Presidente della Giunta Regionale, previa deliberazione del Consiglio regionale, con funzioni di Presidente del Collegio, nel rispetto delle disposizioni di cui alla legge regionale 23 marzo 1995, n. 39 (Criteri e disciplina delle nomine ed incarichi pubblici di competenza regionale e dei rapporti tra la Regione ed i soggetti nominati);
  • b) uno dal Ministero dell'Economia e delle Finanze;
  • c) uno dal Ministero della Salute.

Il Collegio, nella prima seduta, convocata dal Direttore Generale entro cinque giorni dal provvedimento di nomina, elegge il Presidente. Nel caso di assenza o impedimento del Presidente le relative funzioni sono esercitate dal componente più anziano di età. 

Il Collegio dei Revisori dura in carica tre anni, ed i suoi componenti possono essere riconfermati.

Il Collegio dei Revisori si riunisce almeno una volta al mese. Le deliberazioni del Collegio dei Revisori sono adottate a maggioranza. In caso di parità, prevale il voto del Presidente. Di ogni riunione viene redatto processo verbale, sottoscritto dagli intervenuti. Il componente dissenziente deve far iscrivere a verbale i motivi del proprio dissenso. 

Ai membri del Collegio dei Revisori spetta una indennità annua lorda pari al 10 per cento degli emolumenti del Direttore Generale. Al Presidente del Collegio spetta una maggiorazione pari al 20 per cento di quella fissata per gli altri componenti. Ai membri del Collegio dei Revisori spetta, altresì, il rimborso delle spese di viaggio sostenute per lo svolgimento dell'incarico, nella misura prevista per i dirigenti regionali.

COMPITI DEL COLLEGIO SINDACALE

Il Collegio vigila sull'osservanza delle leggi e dei Regolamenti e verifica la regolarità amministrativa contabile dell'A.S.L. 

Il Collegio in particolare:

  • a) verifica la regolare tenuta della contabilità e la corrispondenza del rendiconto generale annuale alle risultanze delle scritture contabili e dei registri obbligatori, li sottoscrive e redige apposita relazione da allegare al rendiconto stesso esprimendo eventuali proposte tendenti a conseguire una migliore efficienza, produttività ed economicità della gestione;
  • b) esamina gli atti di bilancio e quelli di cui all'articolo 4, comma 8, della legge 30 dicembre 1991, n. 412;
  • c) effettua, almeno ogni trimestre, verifiche intese ad accertare la consistenza di cassa;
  • d) può chiedere notizie al Direttore Generale, che è tenuto a fornirle, sull'andamento dell'Azienda;
  • e) redige, almeno semestralmente, una relazione sull'andamento dell'Azienda e la trasmette alla Regione, al Ministero del Tesoro nonché al Direttore Generale e nel caso delle U.S.L., alla rappresentanza dei Comuni di cui all'articolo 15 e, nel caso di A.O., per conoscenza, al Sindaco del Comune in cui è ubicata l'Azienda stessa;
  • f) svolge ogni altra attribuzione ad esso affidata dalla legge. 

Gli atti deliberativi individuati alla lettera b) del punto sopra stante sono trasmessi al Collegio almeno cinque giorni prima della pubblicazione nell'albo dell'Azienda. 

Entro quindici giorni dal ricevimento dell'atto, il Collegio notifica al Direttore Amministrativo gli eventuali rilevi. Il mancato inoltro di rilievi entro tale termine equivale a riscontro positivo. 

Relativamente agli atti di bilancio il Collegio redige, entro quindici giorni dal loro ricevimento, apposita relazione. 

I Componenti possono, in qualsiasi momento, procedere, anche individualmente ad atti di ispezione e di controllo presso gli uffici e le strutture dell'Azienda e prendere visione di tutti gli atti amministrativi e contabili. 

Qualora dalle attività di vigilanza e di verifica emergano gravi irregolarità nella gestione o questa presenti situazioni di disavanzo, il Collegio ne dà immediata comunicazione al Presidente della Giunta Regionale. 

Il Collegio Sindacale dell’A.S.L. CN1 in carica

Con la Deliberazione N°427 del 20.11.2014 il Direttore Generale, ottenute le designazioni degli Enti competenti, ha provveduto alla nomina del Collegio Sindacale, nelle persone dei Signori

  • Dr. Gianpaolo Brignolo
    nato ad Alba il 30.04.1961, C.F. BRGGPL61D30A124M, designato dalla Regione Piemonte, nominato Presidente dal Collegio nella prima seduta, il 21.11.14;
  • Dott. Roberto Forneris
    nato a Cuneo il 31.03.1967, C.F. FRNRRT67C31D205P, designato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze,
  • Dott. Mario Marino
    nato a Cuneo il 19.12.1964, C.F. MRNMRA64T19D205V, designato dal Ministero della Salute.

Il Collegio, insediatosi il 21.11.2014, compirà il mandato triennale il 20.11.2017.

L’allegata Deliberazione 427 del 20.11.14 informa sul compenso e sui rimborsi spesa, ai quali hanno diritto i Componenti del Collegio. 

Si allegano 

- le Note di designazione degli Enti di riferimento dei Componenti

- le Dichiarazioni dei Componenti sull’assenza di incompatibilità all’assunzione della carica.

Dichiarazioni del permanere dell'insussistenza delle cause di incompatibilità con la carica

Rilievi organi di controllo e revisione

Nel corso del 2015 il Collegio Sindacale, esaminando le Deliberazioni del Direttore Generale e le Determinazioni Dirigenziali, adottate nella CN1, ha chiesto in alcuni casi dei "chiarimenti"; la tabella sottostante, completata da 6 Allegati, riassume i casi nei quali le giustificazioni addotte dall'Azienda non hanno soddisfatto il Collegio. 

Il 16 marzo 2016 è pervenuta l'allegata Nota Prot. 17870 del 02.03 della Ragioneria Generale dello Stato - IGF Uff. II, che esamina le criticità emerse in Verbali 2015-2016 del Collegio Sindacale dell'A.S.L. CN1, sopra esaminate. La Ragioneria Generale dello Stato (RGS) interpella la Regione, informando per conoscenza la CN1.
Si precisa che la RGS, che trae le informazioni sull'attività del Collegio dal Sistema PISA, nel quale lo stesso inserisce i propri Verbali, quindi ha potuto prendere conoscenza di quanto esposto nella Tabella e negli allegati inseriti nel punto sovrastante.
Il 23 marzo la Direzione Sanità chiese con l'allegata Nota Prot. 6878/A14000/1406A una relazione in merito agli argomenti sollevati dalla Ragioneria Generale dello Stato sui Verbali del Collegio.
L'8.04.2016 con la Nota ASLCN1 36205 si sono forniti gli elementi di chiarimento alla Direzione Regionale Sanità: di quanto esposto dà conto l'allegato, completato dall'annesso.

Rilievi Corte dei Conti

In questa sezione vengono pubblicati i rilievi della Corte dei Conti riguardanti l'organizzazione/attività dell'Amministrazione o di singoli uffici dell'Azienda ed i relativi chiarimenti forniti.

Relazione sui bilanci dell'esercizio 2011 delle Aziende Sanitarie del Piemonte

Deliberazione n. 114 del 05/03/2014: Affidamento incarico all'Avv. Prof. Roberto Cavallo Perin