Enti di diritto privato controllati

Data creazione: 17-05-2013     Data ultima modifica: 30-01-2018

Enti di diritto privato controllati

L'A.S.L. CN1, considerando il dettato della Determinazione N. 8 del 17.06.15 dell'ANAC, ha detenuto nel 2016 solamente la partecipazione, nell'Ente di diritto privato "controllato", esercitandovi i poteri previsti nell'Atto Costitutivo, S.C.a r.l. AMOS, controllata esclusivamente dalle Aziende Sanitarie A.S.L. CN1 (con il 33.40% delle quote), A.O. "S. Croce e Carle" di Cuneo (34,93%), A.S.L. AT (25,05%), A.S.L. CN2 (4,18%) e A.O."SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo" di Alessandria (2,44%); essa eroga esclusivamente servizi alle Aziende consorziate;
La prima Tabella da conto della partecipazione dell'A.S.L. CN1 in A.M.O.S., secondo le voci considerate dalla norma, comunicate anche alla "Banca dati" del MINISTERO dell'ECONOMIA e FINANZE; aggiornati al 2016, la seconda tabella elenca i "servizi", ottenuti da AMOS, la terza le prestazioni, che la CN1 eroga ad AMOS. Infine è inserito il quarto allegato, che reca la rappresentazione grafica della partizione delle partecipazioni delle AASSRR controllanti in AMOS.

Invece con Nota del 26.01.16 il Liquidatore ha comunicato l'"Esecuzione del riparto finale della Federazione Sovrazonale Piemonte 5".
Era una S.C.a r.l. costituita su indicazione della Regione, controllata esclusivamente per 1/3 ciascuna dalle Aziende Sanitarie A.S.L. CN1, A.O. "S. Croce e Carle" di Cuneo e A.S.L. CN2; messa in liquidazione dal 1.01.2014 e chiusa, come da Verbale dei Soci il 10.04.15, cancellata ed estinta con il versamento ai Soci, tra i quali la CN1 appunto, del riparto del capitale sociale, rimasto completate tutte le operazioni di chiusura.Pertanto dal 2016 essa è scomparsa dalle partecipazioni della CN1.

Riportiamo il collegamento al Sito istituzionale di A.M.O.S., ove possono essere reperite ulteriori informazioni sulla stessa:

AMOS: Link a sito esternowww.amos.piemonte.it ;

L'osservanza del D.Lgs. 19 agosto 2016 n. 175 "Testo unico in materia di Società a partecipazione pubblica (T.U.S.P.)".

1^ Ricognizione delle partecipazioni.

In ottemperanza alle disposizioni del D.Lgs. 19 agosto 2016 n. 175 "Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica", questa Amministrazione ha adottato il 22.03.2017 la Deliberazione del Direttore Generale N° 105 "ADOZIONE DEL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE E DELLA REVISIONE STRAORDINARIA DELLE PARTECIPATE AI SENSI DEL D.LGS.175/2016", immediatamente eseguibile. 

2^ Ricognizione delle partecipazioni del 30.09.2017.

Sempre in ottemperanza alle disposizioni del D.Lgs. 19 agosto 2016 n. 175 "Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica", questa Amministrazione ha adottato il 29.09.2017 la Deliberazione del Direttore Generale N° 324 " REVISIONE STRAORDINARIA DELLE PARTECIPATE AI SENSI DEL D.LGS.175/2016", immediatamente eseguibile, che si allega.

Nel provvedimento in sintesi si stabilisce riguardo alla "partecipazione di controllo” in AMOS, che, a seguito dalla "ricognizione straordinaria delle partecipazioni in controllo pubblico", sussistono le condizioni per il suo mantenimento, anche in considerazione che la S.C. a R.L. ha trasmesso, con Nota ricevuta il 4.08.17, la comunicazione che l’Assemblea dei soci ha apportato allo Statuto Sociale le modifiche ai sensi dell’Articolo 16 del D.Lgs. 175/2016, indicate come necessarie dalla Deliberazione dell’A.N.AC. del 15.02.2017, per ottenere gli affidamenti di servizi “in house” da parte delle Aziende Sanitarie, che ne sono le uniche partecipanti, tra le quali come detto figura l’A.S.L. CN1, che è succeduta nelle quote delle AASSLL 15, 16 e 17, che parteciparono sin dalla fondazione alla Società.

Il provvedimento è stato notificato con lettera, che si allega, alla Struttura Competente per il controllo ed il monitoraggio sull'attuazione del D.Lgs. 175/2016 del Ministero dell'Economia e delle Finanze ed alla Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti, alla quale è stato anche spedita il 24.10.17 la Tabella dalla stessa predisposta per la ricognizione.