Assistenza all'estero

Assistenza sanitaria all'estero

Se ci si reca all’estero per vacanza o per un viaggio di lavoro o studio, è possibile usufruire dell’assistenza sanitaria secondo le seguenti modalità:

  • nei Paesi dell'Unione Europea, See (Islanda, Liechtenstein, Norvegia) e in Svizzera: è sufficiente portare con sé la Vai alla pagina (link interno)Tessera europea di assistenza malattia (TEAM), che permette di ricevere le cure “medicalmente necessarie”;
  • nei Paesi extra UE con i quali esistono accordi bilaterali (Argentina, Australia, Brasile, Capoverde, Bosnia-Erzegovina, Macedonia, Serbia-Montenegro, Principato di Monaco, San Marino, Tunisia): si può godere dell’assistenza sanitaria solamente se si rientra nelle categorie e nelle situazioni previste dalla convenzione. È dunque opportuno informarsi presso gli Vai alla pagina (link interno)sportelli scelta revoca dell'ASL  prima di partire e dotarsi, compilando l’apposita domanda, dei moduli necessari, che sono diversi per i vari Paesi;
  • nei Paesi extra UE con i quali non esistono accordi bilaterali: ogni prestazione sanitaria dovrà essere pagata dall’assistito, a costi che possono essere elevatissimi. Per questo motivo, prima della partenza, è consigliabile stipulare una polizza assicurativa privata, che preveda la copertura delle cure medico-ospedaliere.