Ceva: con "Abacus" tre cene per raccogliere fondi

13/10/2017

Ceva: con "Abacus" tre cene per raccogliere fondi

Finanzieranno attività presso l'ospedale di Ceva. Si comincia martedi 24 ottobre, il 27 novembre partecipa l'Unione ciechi. L'ultimo appuntamento per il 2017 è in programma il 19 dicembre

.

Con il patrocinio dell'Asl CN1 e del comune di Ceva l'associazione Abacus Onlus ripropone la fortunata iniziativa dello scorso anno, organizzando alcune cene con raccolta fondi per far fronte agli scopi che il sodalizio si prefigge. Gli appuntamenti son otre: il primo martedi 24 ottobre, poi il 27 novembre e il 19 dicembre (sempre alle 20.30, prenotazione da Sabrina al 333.2297816). Parteciperanno agli incontri i ragazzi della clownterapia che già frequentano gli ospedali di Mondovi e Ceva. La seconda cena è in collaborazione con l'Unione Ciechi di Cuneo (ai quali andrà il 50% dell'incasso), una cena al buio, che rappresenta un'esperienza forte.

Spiega Carlo Muzzulini, direttore della Medicina Interna dell'ospedale di Ceva e presidente di Abacus: "La mia associazione nata a novembre 2016 organizza e sostiene una iniziativa benefica a favore dell'ospedale di Ceva, in un certo senso anche per la Medicina per il progetto inventato dalle infermiere "salviamo il patrimonio venoso" che si propone appunto di sensibilizzare l'attenzione sulla gestione degli accessi venosi. In tre o più anni abbiamo fornito tramite donazioni un ecografo portatile e circa trentamila euro di cateteri venosi (picc midline) che sono stati impiantati, sia a Mondovì sia a Ceva, in soggetti ricoverati o a neoplastici in previsione di una chemioterapia. Ora ci concentreremo su altri obiettivi".

Le cene sono ad offerta (minimo 20 euro).