La Cardiologia di Savigliano festeggia le 10 mila coronarografie

02/05/2018

La Cardiologia di Savigliano festeggia le 10 mila coronarografie

Giornata di formazione con il cardiologo torinese Roberto Garbo per trattare le angioplastiche complesse

.

10 mila coronarografie, oltre 4911 angioplastiche coronariche di cui 1181 angioplastiche primarie effettuate in corso di infarto miocardico acuto, 2426 pace maker e, negli ultimi tempi, 150 defibrillatori impiantati: numeri importanti ricordati in occasione della CTO Day, la Giornata che la Struttura di cardiologia dell'ospedale di Savigliano diretta da Baldassarre Doronzo ha dedicato al trattamento delle occlusioni coronariche, con angioplastiche complesse di altissimo livello eseguite a pazienti con arterie chiuse e visibili indirettamente. Con un ospite di eccezione: Roberto Garbo, responsabile dell'Emodinamica del San Giovanni Bosco di Torino, cardiologo emodinamista di fama internazionale ed esperto in tali procedure. Il dr. Garbo ha partecipato la scorsa settimana al trattamento di tre pazienti affetti da patologia coronarica complessa. La giornata ha rappresentato un momento importante di un iter formativo precedente, con l'impegno di tutta l'équipe medico infermieristica della cardiologia, e in particolare dei cardiologi emodinamisti. Soddisfatto il dr. Doronzo: "Questo traguardo non è solo il frutto di un lavoro assiduo ed entusiastico di tutta la cardiologia, ma è anche un punto di forza che assicura ai cittadini che si rivolgono alla nostra struttura, una expertise di alto livello". Nel 2017, dati aziendali ReportMed, presso la cardiologia di Savigliano sono stati eseguiti 1394 ricoveri di cui 1147 ordinari e 247 day surgery, 20.270 prestazioni ambulatoriali totali, 1547 visite cardiologiche urgenti con accesso diretto in ambulatorio o in Pronto soccorso. Nello stesso anno le prestazioni offerte dal reparto si sono arricchite di un'altra importante metodica, la risonanza magnetica cardiaca. Ancora Doronzo: "Un grazie infinito a tutta la splendida équipe medico infermieristica - in particolare ai miei due aiuti Antonia Bassignana e Michele De Benedictis, nonché all'instancabile coordinatrice Cinzia Delpiano - che ho il piacere di dirigere, per aver reso possibile tutto questo. Se mi chiedessero di esprimere quali sono gli obiettivi più importanti raggiunti dalla cardiologia di Savigliano, risponderei per primo la serenità e il buon clima lavorativo dell'équipe, nonostante i carichi di lavoro, e per secondo ma non meno importante il percepito alto grado di umanità che accoglie i pazienti in un particolare momento di difficoltà del loro percorso di vita".