Ospedale di Mondovì: i Lions hanno inaugurato la sala di lettura

15/05/2017

Ospedale di Mondovì: i Lions hanno inaugurato la sala di lettura

Intitolata all'avvocato Augusto Launo

.

Ora c'è anche una sala di lettura intitolata all'avvocato Augusto Launo, al Regina Montis Regalsi di Mondovì, allestita a cura del Club Mondovì Monregalese, Augusto Launo, già presidente del Club nel periodo 1986/87. La cerimonia di inaugurazione, sabato 13 maggio, alla presenza della moglie Elvira, dei figli Paola e Andrea, dei sindaco di Mondovì e Ormea (paese di origine di Launo) e del ministro Enrico Costa. Erano inoltre presenti il direttore generale dell'Asl Cn1 Francesco Magni e il direttore sanitario Gloria Chiozza, il presidente del Lions Club Mondovì Monregalese Enrico Ferreri (che è anche direttore del Distretto di Mondovì dell'Asl), il presidente del Club Fossano Provincia Granda e il Governatore del Distretto 108Ia3 (Piemonte-Liguria) Mauro Bianchi. Paola Launo ha coordinato la mattinata, sottolineando che il service rientra appieno nello spirito lionista: "Siamo riusciti a trovare uno spazio da adibire al relax a disposizione degli utenti dell'ospedale, contribuendo anche ad umanizzare un ambiente come l'ospedale nel quale non ci si viene mai volentieri." Costa ha ricordato l'avvocato Launo "conosciuto quando muovevo i primi passi nella professione. Era per me e altri giovani colleghi un esempio." Il direttore dell'Asl Magni ha sottolineato l'attaccamento all'ospedale, tipico di questo territorio: "Le frequenti donazioni e le iniziative di sostegno alla Sanità locale testimoniano quanto le comunità siano legate ai loro ospedali." Si è soffermato sull'importanza di fare memoria il sindaco Viglione, mentre Ferraris, tra aneddoti e ricordi, ha ripercorso la figura di un uomo come Launo che ha sempre goduto grande stima anche nel paese di origine." La seconda parte della mattinata è stata dedicata a un partecipato convegno sul tema della retinopatia diabetica. Ferreri: "Siamo da tempo molto sensibili e attenti all'argomento, che è tra le principali cause di cecità e abbia o sostenuto e sosterremo ancora l'attività di screening dell'Asl."


Files:
IMG_8513.JPG661 K
IMG_8519.JPG847 K