Parte il progetto "Città di buon cuore"

05/12/2017

Parte il progetto "Città di buon cuore"

Cuneo, Dronero, Mondovì, Fossano e Savigliano danno l’avvio ad un programma contro l’infarto

Verrà avviato sul territorio cuneese dell'ASL CN1 da dicembre 2017 il programma di "Diagnosi precoce delle dislipidemie primitive aterogene in bambini e adolescenti" proposto e coordinato dal Dipartimento di Scienze della Sanità Pubblica e Pediatriche dell'Università degli Studi di Torino, in collaborazione con i Centri Cardiologici dell'ASO S. Croce e Carle di Cuneo, dell'Ospedale Regina Montis Regalis di Mondovì, dell'Ospedale SS. Annunziata di Savigliano e del Centro per la diagnosi e cura delle dislipidemie dell'ASO S. Croce e Carle di Cuneo.

Obiettivo dello studio è quello di individuare bambini/adolescenti affetti da dislipidemia primitiva aterogena attraverso un programma di screening selettivo familiare. Ai bambini/adolescenti di età compresa tra 5 e 18 anni che presentino famigliarità per ipercolesterolemia e/o eventi cardiovascolari precoci nei genitori/nonni (si intende per precoce un evento che si verifichi prima dei 55 anni nei maschi e dei 60 anni nelle femmine) verrà offerta la possibilità di effettuare una visita gratuita in ospedale in cui verranno raccolti tutti i dati relativi ai famigliari (eventi cardiovascolari e relativi fattori di rischio) e verrà effettuato un test rapido per il dosaggio del colesterolo.

Nel caso di riscontro di livelli di colesterolo aumentati i soggetti verranno avviati a un successivo controllo dei valori di colesterolo e trigliceridi a conferma del dato preliminare. Sulla base del quadro famigliare e del profilo lipidico del bambino-adolescente verrà avviato un programma dietetico-terapeutico e un monitoraggio periodico secondo le linee guida.

Le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morbilità e mortalità nei paesi occidentali, - afferma Ornella Guardamagna referente del progetto - costituendo uno dei più importanti problemi di sanità pubblica nel nostro paese. Rientrano in questo gruppo di patologie le malattie ischemiche del cuore (infarto acuto del miocardio, sindrome coronarica acuta ed angina pectoris), le malattie cerebrovascolari (ictus ischemico ed emorragico) e le arteriopatie periferiche. Le malattie cardiovascolari sono responsabili ogni anno in Italia del 44% di tutti i decessi, in particolare l'infarto miocardico del 28%, gli accidenti cerebrovascolari del 13% di tutte le morti (dati ISTAT 2011). I fattori di rischio implicati sono diversi: dislipidemia, ipertensione arteriosa, diabete, sovrappeso/obesità, fumo di tabacco, alimentazione scorretta, sedentarietà, consumo eccessivo di alcol. La ricerca epidemiologica degli ultimi 30 anni ha dimostrato la reversibilità del rischio pertanto la prevenzione risulta efficace nel ridurre in modo significativo la frequenza di malattie cardiovascolari incidendo sui fattori di rischio noti. Tra le dislipidemie riveste un ruolo di primo piano l'Ipercolesterolemia Famigliare (FH) che è la patologia più rilevante sia per frequenza che per il rischio cardiovascolare associato. Questo disordine ereditario, subdolo in quanto comunemente asintomatico nei primi anni di vita, è caratterizzato da un incremento dei livelli di colesterolo totale e LDL causa di un progressivo danno aterosclerotico della parete vascolare, la cui possibile conseguenza in età adulta è rappresentata da infarto miocardico acuto in età precoce. Tale patologia richiede dunque una diagnosi precoce, effettuabile già in età pediatrica-adolescenziale, come raccomandato dalle linee guida internazionali sin dagli anni 90 e recentemente confermato sia negli USA che in Europa, al fine di stabilire un corretto intervento dietetico-terapeutico e un adeguato monitoraggio del paziente.

Questa iniziativa pone il Cuneese in primo piano nell'ambito della diagnostica precoce delle dislipidemie primitive in età pediatrica/adolescenziale in quanto leader in Italia e allineata alle più recenti indicazioni scientifiche, condivise a livello internazionale.
Il progetto "Città di Buon Cuore" coinvolge le città di Cuneo, Dronero, Fossano, Mondovì e Savigliano e apre le prospettive ad un più ampio intervento esteso a tutto il territorio provinciale.
Per informazioni: Dott.ssa Francesca Abello, Email francesca.abello@unito.it - Tel. 3342919504; Dott.ssa Giulia Massini, Email giugiumassini@gmail.com - Tel. 3408478771