Macellazione ad uso familiare - Autoconsumo

Macellazione ad uso familiare presso un impianto di macellazione

L’allevatore o il semplice acquirente (privato cittadino) che intende effettuare una macellazione ad uso familiare di animali della specie bovina, bufalina, equina, suina, ovina o caprina presso un impianto di macellazione riconosciuto, NON deve più richiedere il rilascio del “nulla osta” da parte del Servizio Veterinario dell’ASL, ma è sufficiente che:

  1. contatti preventivamente il responsabile dell’impianto di macellazione per verificare la disponibilità e accordare il giorno e l’ora per la consegna dell’animale;
  1. conduca l’animale da sottoporre a macellazione presso il macello in base agli accordi intrapresi con il responsabile dell’impianto, scortato dall’Allegato 1 – Comunicazione ad uso familiare (da intestare oltre che all’operatore dell’impianto di macellazione, anche al Veterinario Ufficiale del macello), e dai seguenti allegati:
  • modello 4 informatizzato previsto dal Decreto Ministeriale 28 giugno 2016;
  • passaporto (se previsto) degli animali da macellare;
  • dichiarazione sostitutiva di atto notorio;
  • fotocopia del documento di identità personale in corso di validità.

Nel caso in cui più privati cittadini (appartenenti a nuclei familiari diversi) concorrano alla macellazione dello stesso animale, ognuno di essi deve presentare una dichiarazione sostitutiva dell’atto notorio allegata alla fotocopia del proprio documento di identità.

E’ possibile macellare per uso familiare un massimo di 2 capi della specie bovina, ovina, caprina, equina o suina, per nucleo familiare nel corso dell’anno e le carni non possono in nessun modo essere commercializzate.

Macellazione ad uso familiare dei suini presso il proprio domicilio

La macellazione a domicilio dei suini destinati al consumo familiare è stagionalmente autorizzata nell’ambito dell’intero territorio Comunale nel periodo stabilito annualmente dal provvedimento emesso dal Sindaco del Comune ove ha sede l’azienda agricola (indicativamente dal 1^ novembre al 31 marzo).

La macellazione a domicilio, regolamentata dall’art. 13 del R. D. del 1928 n. 3298, è da intendersi quale la macellazione effettuata dai produttori agricoli, che vogliono destinare al ristretto ed esclusivo uso alimentare familiare parte del bestiame allevato in proprio, nel luogo fisico presso il quale il richiedente dimora, ossia nel luogo in cui la persona vive, escludendo ogni possibilità di effettuare attività per conto terzi(Circolare regionale 5/ASA del 02/04/1985).

I privati che intendono effettuare una macellazione ad uso familiare presso il proprio domicilio devono darne avviso al Servizio Veterinario Area B dell’ASL CN1 competente per territorio 48 ore prima dell'abbattimento dell’animale, telefonando ai seguenti numeri:

  • Cuneo: tel. 0171 450146;  dal lunedi al venerdi dalle ore 8,30 alle ore 12,00
  • Saluzzo: tel. 0175 479740;  dal lunedi al venerdi dalle ore 8,30 alle ore 12,00
  • Barge: tel. 0175 215800;  dal lunedi al venerdi dalle ore 8,0 alle ore 09,00
  • Revello: tel. 0175 75327;  dal lunedi al venerdi dalle ore 8,00 alle ore 09,00
  • Fossano: tel. 0172 699221;  dal lunedi al venerdi dalle ore 8,30 alle ore 12,00
  • Savigliano: tel. 0172 240641;  dal lunedi al venerdi dalle ore 8,30 alle ore 12,00
  • Mondovì: tel. 0174 676124 - 0174 676128 - 0174 676229;  dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30
  • Ceva: tel. 0174 723840;  mercoledì 8,30 alle ore 12,30.

La macellazione a domicilio dei suini sarà consentita nel rispetto delle indicazioni fornite con il "Manuale della macellazione ad uso familiare dei suini presso il proprio domicilio".

 

 

 

Modulistica