Progetto ALCOTRA - Star Bene

PROGETTO ALCOTRA Bien-être Star-bene

la Commissione Europea ha approvato il programma di cooperazione transfrontaliera tra Italia e Francia "Alcotra" (Alpi Latine COoperazione TRAnsfrontaliera) per il periodo 2007 - 2013. Al programma è stato destinato un contributo FESR pari a 149,7 milioni di euro, per un costo totale di circa 237,5 milioni di euro. (Decisione C(2007)5716 del 29 novembre 2007)

Il programma, che copre l'intera frontiera alpina tra i due Paesi, persegue l'obiettivo generale di migliorare la qualità della vita delle popolazioni e lo sviluppo sostenibile dei sistemi economici e territoriali transfrontalieri attraverso la cooperazione in ambito sociale, economico, ambientale e culturale.

Alcotra 2007 - 2013 è il quarto programma di cooperazione transfrontaliera lungo la frontiera continentale tra l'Italia e la Francia.
Rispetto alle precedenti programmazioni il programma si caratterizza in particolare per due nuove modalità attuative che si traducono in due nuovi percorsi progettuali. Ai progetti di cooperazione singoli sono stati infatti affiancati i progetti strategici e i piani integrati transfrontalieri al fine di aumentare l'intensità e la qualità della cooperazione.

Il Programma è finanziato all'interno dei fondi strutturali , strumenti di attuazione della politica regionale comunitaria destinati a finanziare programmi pluriennali di sviluppo regionale concordati tra la Commissione europea , gli Stati membri e le Regioni.

La partership tra Consorzioni Monviso Solidale operante sul Fossanese, Saviglianese e saluzzese, titolare del progetto e il Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione dell'ASLCN1 ha permesso di dar vita al progetto tranfrontaliere Bien ètre - Star bene che ha impegnato numerosi operatori del mondo sociale e del mondo sanitario di prevenzione  

PROGETTO 127 Bien-être Star-bene

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che la salute è uno “stato di completo star bene fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia”, realizzabile attraverso il contributo di numerosi altri settori economici e sociali oltre a quello sanitario e che lo sviluppo economico e sociale è di importanza fondamentale per raggiungere appieno la salute per tutti (Dichiarazione di Alma-Ata). La promozione della salute diventa pertanto il processo che consente alle persone di esercitare un maggior controllo sulla propria salute e di migliorarla, come indicato nella Carta di Ottawa. Per i firmatari della Carta di Ottawa (1986) promuovere la salute significa sia «... elaborare una politica pubblica sana, creare degli ambienti favorevoli, rafforzare l’azione comunitaria, acquisire delle attitudini individuali e riorientare i servizi della salute”. Questa concezione presuppone il coinvolgimento di numerosi attori: i cittadini coinvolti, gli operatori, le istituzioni, le associazioni, gli amministratori... In effetti, gli strumenti per agire sui fattori determinanti del salute (famiglia, lavoro, educazione, sport, tempo libero, cultura, case, sociale, ambiante...) necessitano in particolare di strategie intersettoriali. La promozione della salute supera dunque ampiamente il solo ambito di sistema della salute. Partendo da questo punto di vista commune, il Comité Départemental d’Education pour la Santé des Hautes Alpes (CoDES 05) e l’Association pour le Dépistage Organisé du Cancer des Hautes Alpes (ADOC 05) insieme con il Consorzio Monviso Solidale (CMS) in stretta collaborazione con l’Azienda Sanitaria Locale CN 1, hanno deciso di associarsi in questo progetto transfrontaliero per difenderlo e promuoverlo.

Obiettivi generali del progetto

Condividere e sperimentare azioni preventive di promozione del benessere delle persone

Definire e realizzare azioni di crescita della comunità orientati e alla promozione del benessere e di tutti i suoi determinanti die salute

Estendere ai territori e alle organizzazioni presenti la conoscenza del lavoro realizzato dai partner del progetto e i benefici del lavoro di cooperazione

La posta in gioco

Diminuire il «malessere» coinvolgendo la popolazione

 

Coinvolgere tutti i livelli di responsabilità comunitaria e personale -

Formare e aggiornare gli operatori sanitari e sociali del territorio -

 

condivisione dell’informazione -

Favorire gli scambi di esperienze e di buone pratiche mettendo in moto la

Organizzare partenariati appropriati tra le risorse presenti

Sostenere la funzionalità dei settori sociale e sanitario -

Cinque direzioni di lavoro

1. 

Messa in rete e metodologia di lavoro: momenti di scambio, esperienze reciproche, individuazione delle presenze attive e delle necessità specifiche dei territori e riflessione sulle modalità d’intervento

2. 

Formazione degli operatori: aggiormare le competenze definite nell’asse 1

3.

Comunicazione: strumento di prevenzione e informazione relativa al progetto - riflessione sulle esperienze dell’asse 4

4.

Sperimentazione e utilizzo nei contesti di vita delle valutazioni e degli strumenti definiti nel progetto - Avvio di una riflessione sui primi risultati e le linee da seguire

5. 

Gestione del progetto (animazione /monitoraggio /gestione amministrativa)

AZIONI SVILUPPATE SUL TERRITORIO

  • Anziani a domicilio

  • Gruppo del Buon Cammino

  • Mangia bene che...ti passa

  • Occitania:danzare sulle frontiere
  • Bustine di zucchero

 

 

Antologia di Esperienze

Manifestazioni


MIRABILIA FOSSANO - STAR BENE

GIOVEDI 20 GIUGNO

Presso Centro congressi S.Agostino- Palazzo Righini h9.30 – 13.00 (PER TUTTI)

Convegno “Ben Essere: la promozione della salute nel teatro sociale e di comunità” A cura di Consorzio  Monviso  Solidale  e  ASL 1 di  Cuneo. L’incontro si inserisce all’interno del progetto europeo ALCOTRA (Alpi Latine Cooperazione TRAnsfrontaliera) 2007-2013, il quarto programma di cooperazione transfrontaliera tra l'Italia e la Francia.

 

L’incontro è promosso dal Consorzio Monviso Solidale e dall’ASL 1 di Cuneo, con l’intento di creare un momento di incontro e confronto e dare voce al ruolo del teatro sociale e di comunità nella promozione della salute, ed è rivolto agli operatori del territorio, ad attori e performer, agli educatori, ma anche a realtà culturali, a compagnie e promotori.

L’incontro si inserisce all’interno del progetto europeo ALCOTRA (Alpi Latine Cooperazione TRAnsfrontaliera) 2007-2013, il quarto programma di cooperazione transfrontaliera tra l'Italia e la Francia. Il programma, che vuole dare impulso a nuove strategie territoriali attraverso singoli progetti, copre l'intera frontiera alpina tra Francia e Italia e persegue l'obiettivo generale di migliorare la qualità della vita delle popolazioni e lo sviluppo sostenibile dei sistemi economici e territoriali, attraverso la cooperazione in ambito sociale, economico, ambientale e culturale. In quest’ottica, parteciperanno all’incontro amministratori locali italiani e francesi e si analizzerà il percorso volto alla ricerca di risorse e investimenti in campo culturale, sul benessere delle persone e della comunità.

Prima dell’inizio lavori, il convegno ospiterà la performance teatrale a carattere interculturale della compagnia francese “Couleurs du vent”, dal titolo “La salle a manger”, che affronta temi quali il rapporto tra alcol e adolescenza, la paura dell’altro, la malattia in età avanzata o l’essere monogenitore.
A conclusione dei lavori, verrà presentata la performance
“E tu?”, del laboratorio teatrale “Fuori per caso” a cura di Esseoesse.net con la regia di Elena Cometti, sulla promozione del benessere psichico, che parla di sofferenza emozionale in modo provocatorio e anticonvenzionale.

Oltre al contributo di Elena Cometti di Esseoesse.net Onlus, il convegno vede la partecipazione di importanti attori nel panorama del teatro sociale di comunità come Alessandra Rossi Ghiglione - Università di Torino e della promozione della salute e della qualità della vita, quali Claudio Tortone - DoRS Regione Piemonte, Marcello Caputo - S.C. Direzione integrata della prevenzione ASL CN1, Ivano Bresciano – Responsabile Area Progetti e Qualità del Consorzio Monviso Solidale.

Nel pomeriggio, all’interno del cortile della Scuola Elementare Italo Calvino di Via Garibaldi, dalle ore 16.00 alle ore 17.30 avrà luogo un laboratorio teatrale dedicato agli operatori professionali del territorio e la comunità tutta, a cura della compagnia Esseoesse di Cuneo.